Rendering 3D fotorealistici quali sono i vantaggi

rendering 3d

Grazie al continuo sviluppo della computer grafica siamo riusciti a fare dei progressi un tempo inimmaginabili, sia nella fase di preparazione del progetto architettonico che in quello della sua rappresentazione grafica. Per questo, grazie all’utilizzo di moderni software per la progettazione siamo in grado di realizzare rendering 3D fotorealistici che offrono numerosi vantaggi.

Oltre all’accuratezza dettagliata nel calcolo della superficie e del volume, anche la precisione nell’esecuzione dei computi metrici e la possibilità di produrre delle viste tridimensionali con immagini realistiche istantaneamente comprensibili e notevolmente fedeli alla realtà. Tutto questo si può ottenere per mezzo dei rendering fotorealistici.

Cos’è il rendering?

Rendering è una parola che deriva dalla lingua inglese, utilizzata nel campo della computer grafica. Il rendering fotorealistico è una procedura con cui si ottengono, tramite l’elaborazione al computer di un modello tridimensionale, delle immagini estremamente realistiche.

Nel dettaglio, si tratta di disegni elaborati al computer dopo la modellazione in 3D eseguita per mezzo di dati di progetto; la forma geometrica creata viene poi completata applicando delle texture che simulano il materiale reale. Successivamente si applica l’illuminazione all’oggetto tramite una fonte luminosa in grado di riprodurre la luce naturale oppure artificiale.

Se i parametri vengono impostati a riproduzione della luce naturale, texture fotografiche, inquadramento prospettico reale, etc. allora possiamo ottenere dei rendering 3D fotorealistici. Successivamente alla creazione delle immagini statiche si possono animare i singoli fotogrammi in una sequenza realizzando dei virtual tour 3D molto realistici degli ambienti.

Dunque, se le foto permettono di mostrare quello che già esiste, i rendering 3D hanno il fine di descrivere idee progettuali e modelli ancora inesistenti, ma come se lo fossero! Per questo il rendering fotorealistico è essenziale nella realizzazione di un progetto architettonico.

I vantaggi del rendering 3D

 

rendering 3d fotorealistici

Immaginiamo di presentare delle piante quotate e delle sezioni della casa a qualcuno non addetto ai lavori: quasi certamente si farà un’idea dello spazio, invece probabilmente non riuscirà ad avere una vista dettagliata di spazi e volumi. Bisognerà inevitabilmente mostrargli i dati necessari e tutta una serie di informazioni, sprecando tempo e rischiando incomprensione o disaccordo col cliente

Pensando viceversa di produrre per il cliente un rendering 3D fotorealistico di tutti i vani della casa: in questa situazione, il cliente potrà vedere realmente ogni spazio e volume di essa, insieme ad ogni elemento che la costituisce. Niente potrà essere lasciato alla fantasia!

Grazie ai rendering 3D anche le persone meno esperte sulla tecnologia potranno percepire e capire ogni fase della progettazione, immergendosi nella realtà virtuale visualizzando spazi e arredi anche se ancora inesistenti. I clienti potranno inoltre intervenire, proponendo qualche modifica partecipando in maniera attiva alle fasi del progetto.

Questo crea innumerevoli vantaggi per il progettista, che potrà godere di un considerevole risparmio di tempo annullando qualsiasi rischio derivante da possibili incomprensioni con il committente. Però i vantaggi del rendering sono anche altri: permettono di effettuare foto inserimenti, cioè di aggiungere il rendering all’interno di una fotografia vera, un intervento di grande utilità per valutare l’impatto ambientale nei progetti.

Oltre a questo, le imprese di costruzioni potranno mostrare i lavori prima della loro realizzazione in modo da poter trovare subito dei potenziali clienti , o anche le agenzie immobiliari possono accrescere la loro visibilità riuscendo ad effettuare le vendite di immobili in modo rapido. In conclusione, l’utilizzo dei rendering 3D fotorealistici se sfruttato bene può offrire molte possibilità nel campo della progettazione.

Scritto il